La via delle valli

Itinerario anfibio tra acqua e terra, nel cuore del Parco Naturale del Delta del Po

×PROPOSTE DI VIAGGIO
  • Lunghezza: km 84
  • Condizioni: percorso facile, su strade secondarie arginali in buona parte asfaltate
  • Intermodali: bici + barca a Porto Levante

Si parte dal centro storico di Chioggia con una trionfale pedalata tra le calli e il passaggio a filo d’acqua lungo il pittoresco canale della Vena, che ci ricorda come qui la principale attività economica sia ancora la pesca. Poi ci si specchia sulla laguna del Lusenzo e, con una breve deviazione, si visita Sottomarina, nota stazione turistica balneare. È la volta quindi delle foci del Brenta e poi dell’Adige, dove si erge il Bosco Nordio, prezioso relitto di bosco planiziale attorniato da distese di campi dove si coltiva anche il radicchio, la “rosa di Chioggia”.  Attraversato l’Adige, si può effettuare una deviazione per raggiungerne la foce, le spiagge di Rosolina Mare e il Giardino botanico litoraneo di Porto Caleri, importante oasi naturalistica. Ora si penetra lungo la “via delle valli”, una stradina asfaltata che s’insinua in un ambiente rarefatto e isolato: qui è possibile incrociare colonie di fenicotteri rosa. In prossimità dell’isola di Albarella la strada s’interrompe, ma un traghetto consente di recarsi sull’altra sponda, presso Porto Levante. Dal piccolo borgo di pescatori si riprende la via delle valli e si attraversa uno degli angoli più suggestivi del Parco del Delta del Po fino alla località di Villaregia, dove incontriamo il Po di Venezia. Si sale sugli argini imponenti del grande fiume fino a Porto Viro, sede del parco regionale. Ancora pochi chilometri e si arriva alla cittadina di Adria che si specchia sulle acque del Canalbianco.

+DESCRIZIONE

Lasciato il centro di Chioggia e le spiagge di Sottomarina, ci dirigiamo oltre il Brenta verso le frazioni di Brondolo, Ca’ Lino, Sant’Anna, terre vocate all’orticoltura. Il paesaggio agrario infatti è caratterizzato da piccoli appezzamenti con capanni e tunnel dove si coltivano soprattutto radicchio, carote, cipolle e patate. Si lambisce quindi l’interessante Riserva Naturale Integrale del Bosco Nordio, dove tra i lecci e i pini marittimi vivono tassi, faine e numerosi uccelli come il falco di palude e il verzellino. Passata Cavanella d’Adige e attraversato lo stesso fiume, entriamo nella via delle valli, che soddisfa le esigenze degli amanti del birdwatching: grandi specchi vallivi e lagunari, tramonti di fuoco, folaghe, aironi e fenicotteri rosa.  La stradina asfaltata s’insinua tra valle Boccavecchia, valle Canelle, valle Passarella, valle Spolverina, valle Capitania, valle Veniera; sono pure visitabili alcuni centri vallivi per l’allevamento di anguille, orate, branzini, cefali. È consigliabile una deviazione per raggiungere il lido di Rosolina Mare e il Giardino botanico litoraneo di Porto Caleri, suggestiva oasi che si estende per oltre 40 ettari.  Proseguiamo lungo l’argine sinistro del Po di Levante, alle spalle dell’isola di Albarella, formatasi grazie all’accumulo di sedimenti portati dal grande fiume e oggi esclusiva località turistica. Alla foce del Po di Levante un servizio di traghetto ci permette di attraversare il fiume e di continuare il percorso lungo il delta, impreziosito da scorci magici.  Proseguiamo all’interno del Parco Regionale Veneto del Delta del Po, ci s’immette quindi sulla sinistra orografica del Po di Maistra e in seguito del Po di Venezia, passando per Villaregia e dominando dall’alto dell’argine infinite distese coltivate a cereali. Si giunge nella cittadina di Porto Viro e di lì a poco s’incontra la notevole conca di navigazione di Volta Grimana, con bella oasi naturalistica, che mette in comunicazione il Po di Levante con il Po di Venezia. Seguendo il Canalbianco lungo il suo argine destro si giunge alla notevole e antica città di Adria, che ha dato il nome a un intero mare… 

+PUNTI D'INTERESSE
  1. Chioggia Chioggia
  2. Adria Adria
+MATERIALI
  1. Tappa3_31.kml
  2. Adriabike_Brochure_3_3_IT.pdf
+GALLERIA IMMAGINI
+INDIRIZZI UTILI

IAT Rovigo
T. +39 0425 386290 
iat.rovigo@provincia.rovigo.it
www.polesineterratraduefiumi.it

IAT Rosolina 
T. +39 0426 326020 
iat.rosolina@provincia.rovigo.it

Pro Loco Adria 
piazza Bocchi 1 

T. +39 0426 21675
info@prolocoadria.it

Stazioni ferroviarie: Chioggia, Cavarzere, Adria

Traghetto: 
Navigazione Marino Cacciatori
via G. Matteotti 304, Porto Tolle (Ca’ Tiepolo)
T. +39 0426 380314
Cell. +39 368 3817750/+39 338 8155581
info@marinocacciatori.it
www.marinocacciatori.it

+CONDIVIDI